Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

Food UPDelivery express e freschezza, i nuovi valori della total food experience

Advertisement

La delivery food domina il mercato con Maple, Blue Apron, e Snap di Groupon.

Tra i trend food 2015 risulta in forte crescita l’online food delivery

Abbiamo parlato piú volte della crescita inarrestabile del Trend Food in particolare nel nostro Paese legato all’Expo, ormai davvero alle porte. Il trend del Food sta sconvolgendo ogni fase della food experience, dalla produzione alla distrtibuzione, delivery e shopping online. Basta osservare molti players del mercato internazionale come Google, Amazon e Groupon, che stanno investendo nell’incremento e ottimizzazione degli spazi dedicati alla delivery online. Anche per le startups é un ottimo momento, soprattutto per l’interesse che gli investitori stanno dimostrando verso realtá come Food Panda, Postmates e Blue Apron, che hanno raccolto ingenti somme da investitori internazionali.

Amazon, Google, Groupon e la delivery

Google ha ampliato il suo servizio di delivery express, offrendo la consegna nello stesso giorno in cittá come Boston, Chicago e Washington.

Amazon ha ampliato Amazon Fresh, il servizio di delivery nello stesso giorno anche a New York. Con una serie di partnership é riuscito ad ampliare il servizio a San Francisco. Il delivery food é un mercato in cui la competizione é molto alta, sono tanti gli attori che si fanno concorrenza, cercando di primeggiare grazie a tempi di consegna veloci e freschezza del cibo. Anche Groupon, da sempre azienda focalizzata sui deals, inizia a spostare la propria attenzione sul supermarket. Con la nuova app Snap, Groupon permette di dare indietro il denaro utilizzato per l’acquisto di generi alimentari. Al momento attivo negli Stati Uniti e Canada prevede che se si effettua un acquisto in uno dei negozi convenzionati e poi si invia la foto scattata che ritrae lo scontrino, Groupon invierà al cliente l’importo accumulato una volta raggiunti i venti dollari.

Maple, punta sul Fresh Food

I valori legati ai prodotti Food, oltre alla delivery sono in particolare, freschezza del cibo, ottimizzazione del tempo evitando code al supermercato, rispetto e tutela dell’ambiente, e la relazione che si stabilisce grazie alla condivisione. Le startup food hanno compreso la necessitá di fare un passo oltre per emergere nella folla di prodotti presenti sul mercato, in che modo? Offrendo una total food experience, che completi il processo, aggiungendo la parte di preparazione e selezione alla consegna del cibo. Come evidenziano i suoi fondatori Caleb Merkl e Akshay Navle, e lo executive chef Soa Davies, l’azienda sta cercando di ripensare la delivery experience:

“At a high level, we’re trying to purpose-build a company that has a singular vision to make delivery exceptional at every touchpoint,” Merkl afferma “To do that we really had to own the entire process — everything from sourcing ingredients to last-mile delivery.”

maple app

Quando apri l’app e visualizzi i tre menu presenti compreso quello vegetarian, e una volta scelto, la consegna avviene in 30 minuti. Non sembra molto diverso da altri prodotti food, ma Maple vuole puntare sul cibo caldo, infatti per questo il numero dei menu é limitato, in modo che si possa provare sempre cibo fresco e piatti scelti dallo chef.

Nel mercato sono presenti tante altre app come Maple, il focus é rivoluzionare la food experience, vissuta sempre piú fuori dai ristoranti e focalizzata sull’on-demand. Il food é relazione, e viene vissuto e valorizzato nella sua dimensione comunicativa, nel suo essere punto di incontro tra culture e modi di vivere,  proprio in quest’ottica credo che oltre Vizeat in vista dell’Expo ne nasceranno molti altri. A mio avviso come per Maple, riuscirá ad emergere chi percepirá la richiesta ormai impellente del mercato, quella di vivere una food experience sempre piú personalizzata e declinata sul mondo valoriale del consumatore.

Michela Di Nuzzo

Michela Di Nuzzo

« Se scrivo ciò che sento è perché così facendo abbasso la febbre di sentire». - Fernando Pessoa Giornalista e co-founder, vivo il digital come imprenditrice e appassionata. Percepisco il cambiamento come un'opportunitá mai una minaccia. Occhi spalancati e orecchie aperte, sempre pronta alla condivisione, la chiave di ogni evoluzione.

3 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.