Food UPVinitaly: l’innovazione nel connubio Vino e tech

Giulia Baroni Giulia Baroni2 anni ago6 min

Advertisement

Da qualche giorno si è conclusa la manifestazione Vinitaly, una fiera internazionale del vino e distillati che si tiene ogni anno a Verona e che quest’anno ha celebrato il suo 50esimo compleanno. Un anniversario importante e ricco di ospiti di eccellenza, record e ospiti internazionali.
100 mila metri quadri netti espositivi, 4.100 espositori provenienti da oltre 30 paesi e un aumento del 23% dei buyers stranieri accreditati. Insomma i numeri sembrano positivi, espositori e visitatori sembrano molto soddisfatti e non sono mancate le novità…

coravin-1000-wine-siphoning-20300

CORAVIN: il sapore del vino

Definito da Joe Bastianich “un prodotto a dir poco incredibile sia per i ristoratori che gli amanti del vino allo stesso modo”, Coravin è un sistema che permette di conservare e versare il vino senza stappare la bottiglia. Come?
Greg Lambrecht, un fisico nucleare americano stanco di stappare bottiglie e di non poterle poi assaggiare ha creato questo gadget tecnologico. In tre semplici step è possibile gustare il vino e poi rimetterlo in cantina. Bisogna introdurre un sottilissimo ago nel tappo e la bottiglia viene pressurizzata con argon, un gas innocuo che non intacca il sapore del vino. Una volta versato il vino, è sufficiente rimuovere l’ago dal tappo, che risigilla, evitando che il vino subisca il processo di ossidazione. È così possibile riporre il vino in cantina e gustarlo settimane o mesi dopo.

fresh

FRESH: la temperatura del vino

Anche gli italiani hanno detto la loro, e Nando Salemme, patron dell’osteria Abraxas di Pozzuoli, ha stupito con Fresh, un brevetto innovativo che rivoluzionerà la degustazione del vino. Fresh è un secchiello per vino, trasformato in uno stabilizzatore termico che mantiene costante la temperatura del vino. È facile, e funziona con dei semplici cubetti di ghiaccio che grazie ad una fascia di alluminio ad alta conducibilità termica creano una camera di refrigerazione a tenuta stagna perfetta: il vino rimane a temperatura ideale e si elimina l’inconveniente del tipico secchiello pieno di ghiaccio che riempie di acqua l’esterno della bottiglia.

Vino e tecnologia si influenzano in un rapporto di scambio continuo, attraverso soluzioni innovative e modalità ancora in fase sperimentale. Ma sicuramente tutte le novità viste alla Fiera di Verona preannunciano una fase di trasformazione del settore Food&Beverage che ci riseverà ancora tantissime sorprese..

Giulia Baroni

Giulia Baroni

Vivo in una nube, non solo come scelta digitale ma anche come scelta di vita. A volte torno sulla terra e adoro realizzare che viviamo in un mondo globalizzato, ecco perché sono sempre curiosa e pronta ad imparare da culture differenti. Vivi per imparare ed impara per vivere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.