Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

EconomiaFood UPDeliveroo lancia Marketplace+ e punta ai ristoranti

dotmug dotmug5 mesi ago6 min

Advertisement

Deliveroo mette a disposizione dei ristoranti e dei consumatori Marketplace+. Ognuno ha il suo cibo preferito, e noi vogliamo consegnarlo dove e quando le persone vogliono”. Matteo Sarzana, General Manager, Deliveroo Italia

Deliveroo, Glovo, Foodora, UberEats, il mercato del delivery continua la sua crescita inarrestabile. Un mercato che già nel 2017, in base ai dati dell’Osservatorio eCommerce b2c del Politecnico di Milano, aveva un valore pari a 201 milioni di euro. Anche se Marketplace+, la nuova sfida di Deliveroo, sottolinea il cambiamento e l’evoluzione di un mercato che va ascoltato. Un prodotto delivery, per continuare ad affermarsi e acquisire utenti, deve assolutamente integrare, e diversificare l’offerta.

Marketplace+, la nuova sfida di Deliveroo

Se osserviamo i primi dati del 2018 nel nostro paese solo in questi primi mesi dell’anno 4 milioni di italiani hanno usato una delle start up delivery per farsi consegnare il cibo a casa almeno una volta al mese: un’abitudine che coinvolge prevalentemente i consumatori nella fascia d’età che va dai 25 ai 34 anni. Insomma, il trend è costantemente in crescita, tant’è che entro il 2022 le piattaforme di food delivery potrebbero generare un giro d’affari da 2 miliardi e mezzo di euro. (Fonte Business Insider).

In questo panorama Deliveroo si attesta tra i leader assoluti con una rete di 35mila rider nel mondo (di cui 2mila in Italia), e lancia sul mercato Marketplace+: non solo i rider deliveroo, ma i ristoranti potranno consegnare sia attraverso i propri rider che quelli di Deliveroo. Magari così potremo gustare i piatti de nostri ristoranti preferiti comodamente a casa. Basti pensare al recente accordo tra il celebre chef Filippo La Mantia – Oste e cuoco a Milano- e Deliveroo per la distribuzione a domicilio di specialità siciliane gourmet. Qual è l’obiettivo di Deliveroo? Di sicuro avere un’offerta unica con un aumento del 50% dei ristoranti disponibili per i consumatori. Infatti l’azienda punta ad aggiungere 1500 nuovi ristoranti entro fine anno. E quale sarà la grande opportunità per i piccoli ristoranti? Consegnare in maniera più ampia e veloce: i rider di Deliveroo consegnano cibo in circa 30 minuti.

L’offerta integrata di Deliveroo

L’obiettivo più importante è quello di raggiungere circa 3 milioni di nuovi consumatori in Italia, con un’offerta così ampia e variegata la piattaforma delivery attirerà più utenti. Il nuovo servizio sarà lanciato in Italia, Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Australia, Hong Kong ed Emirati Arabi, mentre in Italia le prime città in cui sarà attivo il servizio sono Milano, Cagliari e Genova.

“Deliveroo ha sempre offerto ai consumatori ottimo cibo dove e quando lo desiderano. Il nostro obiettivo – ha commentato Matteo Sarzana, General Manager Deliveroo Italia – è offrire cibo a prezzi diversi, assicurando una scelta ampia e un servizio eccellente. Siamo orgogliosi di essere cresciuti così rapidamente nel mondo. Deliveroo crede nell’innovazione che porta ai consumatori la più ampia offerta offerta di cibo. Abbiamo introdotto delle nuove cucine destinate solo alla consegna, assicurando cibo eccellente nelle zone dove non era disponibile. Stiamo investendo in nuovi concept di ristoranti per far crescere innovazione e imprenditorialità nel settore, in particolare aiutando gli chef di oggi e di domani. Oggi Deliveroo va oltre. Offre la possibilità ai ristoranti che consegnano in autonomia di entrare nella nostra piattaforma, avere a disposizione la nostra rete di rider e al tempo stesso aumentare i piatti che si possono ricevere a casa o in ufficio. Deliveroo mette a disposizione dei ristoranti e dei consumatori Marketplace+. Ognuno ha il suo cibo preferito, e noi vogliamo consegnarlo dove e quando le persone vogliono”.

dotmug

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.