Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

TrendsSocial media ed ecommerce, oltre l’acquisto un canale di ascolto

Advertisement

@Pinterest diventa uno strumento di #CRM e influenza anche l’acquisto in store

Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano e Netcomm secondo il quale le vendite via smartphone registrano un incremento del 100% nel 2014.

Abbiamo parlato di come il 2015 sarà secondo molti l’anno dedicato a piattaforme di crowdfunding come Kickstarter, dove la ricerca si incontra con l’offerta di innovazione e la collaborazione. Proprio partendo dall’analisi dell’anno ormai in corso e dalle prospettive legate ai futuri investimenti e a dove a nostro avviso si concentrerà l’economia del futuro, possiamo ampliare la nostra analisi anche verso quelli che saranno i trend. Parliamo soprattutto di Social trend, proprio considerando i dati che abbiamo già condiviso, che vedono un’assoluta predominanza nell’utilizzo dei social media.

Social commerce: social media e shopping

Il legame che può esistere tra social media ed ecommerce è sicuramente uno dei trend del 2015 e anche dei prossimi anni, essendo orami assodato che i canali social sono il punto centrale di interazione e comunicazione tra utenti e prodotti. Un esempio riguarda anche le ultime scelte di social come Facebook e Twitter di aggiungere il pulsante Buy. Anche Pinterest viene utilizzato non solo per offrire visibilità agli utenti e ai prodotti  che desiderano, ma anche come un ottimo strumento di Crm, emblematica la campagna multi-channel creata dal Brand Nordstrom, che ha puntato su una consistente customer experience email, social channel e offline.

“Our goal is to inspire customers—in the way they shop, share and Pin,” afferma Bryan Galipeau, social media manager. “One of the things we love most about Pinterest is that customers can get inspired and take an action on their own terms. In many ways, it’s the world’s biggest wish list.”

Pinterest, un canale di ascolto che spinge all’acquisto

Nordstrom è un Brand Fashion che ha utilizzato Pinterest per creare un vero e proprio canale ispirato dai desideri dei consumatori. Come spiegano sul loro canale, ogni giorno gli utenti pinnano prodotti, esprimono i lodo desideri e questo fa si che si crei una wish list sempre aggiornata, da cui il Brand può estrapolare i reali desideri della fanbase. Il Brand utilizza Pinterest come un vero e proprio canale di ascolto, costantemente attivo, che determina una comunicazione in grado di modificare anche i topic e le modalità di comunicazione. Oltre a determinare la priorità dei contenuti a cui offrono più spazio, i pin degli utenti influenzano anche gli acquisti all’interno degli store. In che modo? Nordstrom ha sviluppato un’app per Ipad che permette di visualizzare i top trend su Pinterest all’interno degli store, influenzando anche i desideri e le modalità di acquisto.

We were encouraged by the positive results in sell-through from our in-store merchandising test,” continua Galipeau. “It’s exciting to see how our online community can affect merchandising decisions in a physical store.”

gallery nordstrom

pinshoes nordstrom

La mobile revolution

Stiamo assistendo ad una totale penetrazione del mobile nel mercato, al punto da rivoluzionare contenuti e modalità di fruizione. Come evidenzia Mashable, il 65% del tempo speso sui social networks avviene su mobile, oltre ad un incremento degli acquisti di un utente in costante movimento. Il successo degli acquisti da piattaforme mobili in Italia è confermato dagli ultimi dati dell’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano e Netcomm secondo il quale le vendite via smartphone registrano un incremento del 100% nel 2014, superando gli 1,2 miliardi di euro, pari al 9% dell’eCommerce complessivo. Potrà dominare questo settore in crescita, chi sarà capace di sfruttare appieno le opportunità offerte dall’incontro tra mobile e social media, sperimentano le possibilità del social commerce esattamente come ha fatto Nordstrom, esplorando le potenzialità dei canali social, attivi e unici nel fornire informazioni sensibili su gusti, consumi e modalità relazionali dei consumatori attivi.

Michela Di Nuzzo

Michela Di Nuzzo

« Se scrivo ciò che sento è perché così facendo abbasso la febbre di sentire». - Fernando Pessoa Giornalista e co-founder, vivo il digital come imprenditrice e appassionata. Percepisco il cambiamento come un'opportunitá mai una minaccia. Occhi spalancati e orecchie aperte, sempre pronta alla condivisione, la chiave di ogni evoluzione.

4 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.