TrendsUncategorisedIn attesa di Expo 2015, la mobile class si prepara alla social media week

Advertisement

#SMWmilan Mobile first, l’ascesa di Vine, lo storytelling, solo alcuni dei temi dell’innovazione digitale

15 milioni gli italiani che navigano da mobile per 90 minuti, e 3 utenti su 4 lo usano all’interno del processo di acquisto

Ieri siamo andati alla conferenza stampa di presentazione della Social Media Week di Milano, la terza edizione organizzata da Hagakure con il patrocinio del Comune di Milano. Nel megastore Mondadori, una location molto suggestiva con vista sul Duomo, e complice la bellisima giornata di sole, non ho potuto fare a meno di farmi coinvolgere da un forte desiderio di innovazione. Nella’attesa di Expo 2015 avverto un fermento crescere almeno nel lavoro e nelle modalità di partecipazione dei professionisti, e di chi come me vuole vedere rinascere questo Paese.

Social Media Week di Milano: storytelling, startup, future of work

La sala situata al terzo piano del megastore è piena, nell’attesa degli speaker che illustrino il programma e gli ospiti previsti per la nuova edizione della Social Media week, che partirà tra meno di due settimane. La partecipazione all’evento è sicuramente notevole, ma anche la modalità, i canali social sono tempestati di tweet con l’hashtag #SMWmilan, e in effetti come fa notare anche uno dei relatori è difficile incontrare il viso dei partecipanti, perchè sono tutti presi dai propri tablet e smartphone, impegnati a tweettare e retwettare, ma questo non è un problema anzi a mio avviso, è la forza di una nuova modalità interattiva.

Tra i relatori presenti Francesco Riganti, Mondadori Retail Marketing, Marco Massarotto, che evidenzia quanto in effetti la location in questo caso possa essere un’occasione per vivere e respirare il digital nel centro di Milano, oltre ad offire un luogo di formazione e condivisione aperto a tutti. Marco Massarotto partner e rappresentante di Dnsee, pone l’attenzione su un tema importante “Le persone”, e il fatto che la potenzioalità della tecnologia è sempre nel suo uso intelligente. Milano è sicuramente una metropoli digital, e lo sottolinea Pierfrancesco Maran, Assessore Mobilità, Ambiente, Metropolitane, Acqua Pubblica, Energia del Comune di Milano, che mette in risalto come i social possano essere una grande opportunità per l’amministrazione pubblica, nella contaminazione con le comuni problematiche dei cittadini. “Una città come Milano deve credere sulla capacità di engagement dei cittadini”. I social sono un’ottima opportunità per il CRM, e direi che è davvero interessante ascoltare queste parole pronunciate da un assessore. Doris Messina, Direttore Marketing di Banca Sella ha parlato del progetto Hype, un modo nuovo per gestire il denaro, inviando e amministrando i propri soldi in maniera rapida e mobile.  Federico Ascari, Brand Development Projects, di Telecom Italia in effetti ha messo in evidenza l’apertura di Tim verso le idee innovative con il programma Tim Wcamp. Infine Gianfranco Chicco, @gchicco, direttore editoriale di SMWMilan, ha raccontato tutti gli eventi e gli ospiti presenti alla SMW, ma in particolare ha rivelato i topic dell’evento. Ci saranno workshop ed ospiti che racconteranno temi come Future of work, storytelling, startup e inovazione, creative industries,  media e advertising, political lyfestyle, ovvero case history di politici italiani come Renzi e la Boldrini a confronto con politici internazionali come Obama, e wellness education.

social media week milano

Mobile first: luogo di creazione e condivisione

La nuova edizione della Social Media Week si prospetta un evento davvero interessante, oltre che per le potenzialità di coinvolgere la città di Milano e i suoi professionisti in un incontro unico di formazione e scambio, anche per la consapevolezza di dover puntare sul Mobile, nell’ormai imprescindibile connubio tra la sua crescita e l’engagement degli utenti. Mobile e mobilità intesi non solo come momento e dispositivo, ma come luogo di creazione, fruzione e condivisione di contenuti. Come abbiamo evidenziato il trend in crescita è quello del visual content, ovvero un contenuto che ha molteplici dimensioni, dai contenuti video alle immagini, e gli utenti stanno riprendendo la loro posizione di fruitori più che creatori come dimostrano Snapchat e Discover e la forte crescita di Vine. Una sola domanda mi girava nella testa all’usicta dalla conferenza stampa, come mai si è parlato così poco di Food, se non nel suo aspetto legato alla delivery? Forse l’innovazione legata al Food è ancora un tema poco esplorato, anche se pochi giorni fa all’evento di Talent Garden Reinvent Food, sembrava tutt’altro. Staremo a vedere, magari la SMW ci riserverà qualche sorpresa…

Michela Di Nuzzo

Michela Di Nuzzo

« Se scrivo ciò che sento è perché così facendo abbasso la febbre di sentire». - Fernando Pessoa Giornalista e co-founder, vivo il digital come imprenditrice e appassionata. Percepisco il cambiamento come un'opportunitá mai una minaccia. Occhi spalancati e orecchie aperte, sempre pronta alla condivisione, la chiave di ogni evoluzione.

4 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.