TrendsBarbie, la nuova campagna di Mattel mette al centro i papà

dotmug dotmug1 anno ago9 min

Advertisement

Nel magico mondo delle Barbie, c’è posto anche per i papà. #PapàCheGiocanoConBarbie è la nuova campagna lanciata a gennaio da Mattel durante i Playoffs NFL americani attraverso un ingente investimento televisivo, digitale e cartaceo. Obiettivo? Raggiungere i papà e rafforzare i benefici del gioco di fantasia e di narrativa che le bambine sperimentano con Barbie.

Un gioco di immaginazione alla scoperta di sé

Il cortometraggio, di 90 secondi, mostra quello che può accadere nella realtà quando tre papà giocano a Barbie con le loro bambine. Il video si chiude con un claim che sottolinea quanto il coinvolgimento del papà nel gioco immaginario di un figlio sia importante per il suo lo sviluppo emotivo, sociale ed intellettuale: “time spent in her imaginary world is an investment in her real world”. Come sottolinea Lisa McKnight, Senior Vice President e General Manager di Barbie, “focalizzarsi sui rapporti padre-figlia attraverso il gioco con Barbie evidenzia ulteriormente l’importanza dell’immaginazione e della creatività nel viaggio di una ragazza alla scoperta di se stessa”.

#PapàCheGiocanoConBarbie è il proseguimento della pluripremiata campagna “imagine the possibilities” che celebrava il viaggio alla scoperta di sé che ogni bambina sperimenta attraverso il gioco con Barbie. “Nel corso dell’ultimo anno” continua Lisa McKnight “Barbie ha permesso alle bambine di immaginare se stesse in ruoli ambiziosi che spaziano da quelli fantastici ai più femministi, da principessa a paleontologa”. D’altro canto, ricorda la Dott.ssa Linda Nielsen, psicologa e professoressa alla Wake Forest University, anni di ricerche sul campo dimostrano come le bambine che hanno una relazione salda ed amorevole con il proprio padre, risultato del dialogo e del sostegno ricevuto durante l’infanzia, siano capaci, una volta cresciute, di fare maggiore affidamento sulle proprie capacità.

https://youtu.be/PGPbKS8XUMY

 

Barbie: un fenomeno social? 

Negli Stati Uniti è la prima volta che Barbie realizza una campagna di brand awareness in televisione. Gli spot, cinque in tutto, hanno già riscosso un discreto successo anche al di fuori dei confini americani grazie ai social e verranno riproposti per tutto il 2017 in formato digital. Su Twitter i padri sono già stati invitati a raccontare le storie che ispirano i giochi con le loro figlie, grazie anche a Social Native, Tongal e Time Inc. che collaborano attivamente al coinvolgimento di #PapàCheGiocanoConBarbie.

Insomma: pare che Barbie abbia al suo cospetto un importante seguito di fan che non conoscono stereotipi di genere, razza, età. Come nelle migliori storie a lieto fine.

dotmug

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.