TrendsLaPinella City: la “city guide app” di Alessia Marcuzzi

dotmug dotmug3 anni ago7 min

Advertisement

“La Pinella City parla di percorsi e di una mia grande passione… i viaggi. Un interesse che voglio condividere con voi. Il mio sguardo, il mio punto di vista sui luoghi che ho visitato e che ho amato. Luoghi speciali che conservano un pezzo di me.”

Con questo messaggio Alessia Marcuzzi lancia “LaPinella City” un’app collaborativa e con consultazione immediata e personalizzata. Una vera “travelling personal assistant app” con il punto di vista di Alessia a fare da guida. Suggerimenti e consigli di luoghi che ha visitato e amato.

Experience innovativa e approccio personalizzato

Durante l’elaborazione del concept noi di Dotfarm abbiamo puntato su:

  • Garantire un’experience collaborativa
  • Disegnare una UI completamente mobile native
  • Regalare una navigazione semplice e immediata

Concetti che sono stati declinati sia sugli aspetti tecnici che su quelli visivi. L’esplorazione delle città avviene infatti attraverso tapping/scrolling  (stile Snapchat), l’obiettivo è rendere il passaggio di esplorazione da una città all’altra semplice e intuitivo. Esattamente come salire e scendere dalla fermata di una metro. Ci si può sentire liberi di navigare, filtrare i contenuti, decidere in qualsiasi momento che tipo di informazione selezionare e condividere. Cambiare categoria, luoghi, città senza seguire gerarchie di flusso per regalare una vera e propria esperienza del viaggio, desideri in progress basati sull’emotività del momento.

L’app mostra inoltre contenuti come un ipertesto aperto, una guida non definitiva in evoluzione, dove sono gli utenti stessi, attraverso l’uso del menu “CONTRIBUISCI”, ad arricchire e migliorare il prodotto.

Il mobile marketing: la nuova strada per gli Influencer

Perché un’app? Fino a pochi anni fa le influencer app erano per lo più un giochino per i fans, un vezzo costoso che solo le celebrity più pagate potevano permettersi. Questa logica spesso era evidente nei prodotti realizzati che non garantivano experience né innovative né custom. Da qualche anno a questa parte però qualcosa è cambiato. Primo esperimento interessante in tal senso è stato “Goop” di Gweneth Paltrow, anche questa un’app che parla di viaggi, che punta a un target più ristretto e a un’experience meno sofisticata de “LaPinella City”, ma interessante se considerato uno dei primi veri esempi di prodotti mobile per l’influencer marketing. Poi recentemente è arrivata “Kimoj” l’app di Kim Kardashian, una tastiera emoj con emoticon in stile Kardashian, per aiutare a condividere emozioni e stati d’animo via chat/messaging, etc..

Il mobile si configura quindi come una delle piattaforme di Influencer marketing più interessanti per il futuro. Altamente personalizzabile e in grado di rispondere all’esigenza del momento, oltre che una strada ancora poco esplorata per quanto riguarda la monetizzazione.

LaPinella

Le prime guide disponibili: Roma, Milano, Londra e New York

La Pinella City è disponibile da oggi per iOS e Android e, in occasione del lancio, Roma e Milano sono gratuite per tutti. Londra e New York sono le altre due città presenti per il momento e si possono acquistare per meno di un euro, verranno aggiunte gradualmente nuove mete da visitare e vivere in modo semplice e completo.

Una volta installata, La Pinella City permette di consultare place e category anche off line per viaggiare liberamente senza costi di connessione aggiuntivi.

dotmug

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.