TrendsTempo dell’innovazione, al via il Wired Next Fest 2016

dotmug6 anni ago7 min

Advertisement

Un week end all’insegna dell’innovazione e della musica. Parte ufficialmente oggi a Milano il Wired Next Fest, la kermesse internazionale ideata dalla rivista Wired, dedicata all’innovazione e giunta alla sua quarta edizione. Il festival, che si svolgerà dal 27 al 29 maggio ai Giardini Indro Montanelli di Porta Venezia, avrà come tema portante il Tempo, mentre il 17 e 18 settembre vedrà una replica anche a Firenze, all’interno del Palazzo Vecchio, dove si discuterà di Bellezza.

Una tre giorni che propone un programma ricco di appuntamenti fatti di incontri, laboratori di stampa 3D, workshop, performance di droni, concerti…tutti ad ingresso gratuito. Gli eventi si svolgeranno parallelamente nel Wired Dome, Next Dome, Planetario, BNL Dome dove si discuterà di tecnologia in relazione alle aziende e nel Museo di Storia Naturale.

#wnf16 Tempo e innovazione

Sul palco del Wired Fest si alterneranno 150 ospiti che approfondiranno il tema dell’innovazione e i suoi effetti all’interno di tutti gli ambiti della vita civile e sociale: scienza, politica, cultura, economia e tecnologia.

Il focus di quest’edizione è il Tempo, dimensione più soggetta ai cambiamenti per effetto della continua innovazione tecnologica che tende a stravolgere i ritmi quotidiani, sempre più veloci, cambiare le nostre abitudini, dicendoci quale musica ascoltare, che tipo di allenamento fisico svolgere, quale strada più breve percorrere e così via.

navigation-car-drive-road

Un altro aspetto riguarda la naturale percezione della vita stessa, alterata al punto di voler tendere all’immortalità. L’innovazione tecnologica nella ricerca scientifica ormai ha realizzato le promesse fatte sulla longevità ed ora punta a sconfiggere la vecchiaia, per raggiungere l’eterna giovinezza o evitare la morte stessa, pensiamo solo alla crio-conservazione del corpo umano.

Su questi temi sono due gli incontri previsti nella prima giornata e di particolare interesse: il primo vede il giornalista Ferruccio De Bortoli affrontare il tema del Giornalismo nell’epoca del tempo reale mentre nel secondo Umberto Veronesi e altri studiosi del settore, risponderanno alla domanda Possiamo fermare l’invecchiamento?. Entrambi gli incontri si svolgeranno nel Wired Dome.

La tecnologia al tempo di Assange a Elbakyan

Tra gli ospiti più attesi c’è sicuramente Julian Assange, fondatore di Wikileaks, in collegamento con il Wired Dome. Interessanti anche gli incontri al Next Dome con Alexandra Elbakyan, la Robin Hood della scienza e fondatrice di Sci-Hub, database con accesso gratuito a 47 milioni di articoli scientifici e con Lawrence Lessing, Giurista statunitense fondatore di Creative Commons.

assange

Ma il Wired è anche musica! Ad inaugurare la kermesse saranno stasera i Subsonica, il gruppo torinese che si esibirà ai giardini Indro Montanelli insieme a Morgan, Daniele Silvestri, Cristina Donà, Coccoluto e Johnson Righeira. Sabato sarà la volta di Fabri Fibra e Marracash e continuerà con la musica elettronica di Machweo, per chiudersi con il dj-set di Dj Double S e Deleterio.

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.