IntervisteFragolina di Sciacca e Ribera, piccolo gioiello di Sicilia

dotmug5 anni ago6 min

Advertisement

La fragolina di Sciacca e Ribera, o fragolina di bosco, è una varietà della famiglia delle fragole, coltivata in due omonimi paesi nei dintorni di Agrigento, da cui prende appunto il nome. Presidio Slow Food, la fragolina ha una storia veramente interessante che risale agli inizi del ‘900. Originaria delle Alpi friulane, fu portata in Sicilia dai soldati di ritorno dalla Prima Guerra mondiale, dando vita così ad un nuovo ecotipo locale, oggi coltivato da soli 5 agricoltori, riuniti nell’associazione “La dea del profumo”. Noi di Flick on Food vogliamo dare voce ai piccoli produttori locali, raccontando la storia di coloro che da imprenditori e agricoltori si fanno anche difensori della tradizione e della cultura locale.

Michele Bono, referente dei produttori del Presidio, ci racconta la sua esperienza di fragolicoltore siciliano.

Qual è la tua storia imprenditoriale di coltivatore di Fragolina di Sciacca/Ribera?

La mia storia di fragolicoltore è quella che accomuna anche altri produttori di questo eccezionale frutto a Sciacca e Ribera, coltivato tradizionalmente con metodi esclusivamente manuali, rigorosamente in pieno campo e mai in coltura protetta. Questa coltivazione è, infatti tramandata da padre in figlio, anche in considerazione del fatto che tutta la famiglia è coinvolta nelle difficoltose e laboriose operazioni colturali. Da qualche decennio, a causa della concorrenza della fragolina rifiorente coltivata in ambiente protetto e per gli elevati costi di produzione, in particolar modo proprio i costi della manodopera, molte aziende hanno preferito abbandonare questa coltivazione. Difatti, mentre negli anni 70′ la superficie investita a fragolina nell’areale era circa 100 ha, oggi è ridotta a circa 8 ha.

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Quali sono le particolarità di questo frutto?

Questa particolarissima fragola si distingue dalle varietà ibride coltivate per il fatto che il suo frutto è piccolo e morbido (da cui il nome vesca che in latino significa molle). Aromatica e molto profumata, dai piccoli frutti di colore rosso intenso, ha una stagione di raccolta relativamente breve, che inizia nei primi del mese di aprile fino alla prima decade di giugno. E’ una sensazione unica per la vista, per l’olfatto e per il gusto ammirare un fragoleto in piena produzione, riuscire a coglierne la varietà di colori e di profumi ed assaporare direttamente in campagna i prelibati frutticini.

Fragolina in vaschette

Quali sono i vantaggi che una app come Flick on Food può dare ad un agricoltore come te e al tuo prodotto?

Ritengo che sicuramente potrebbe veicolare informazioni e curiosità sulla fragolina e farla conoscere ad un vasto pubblico.

I tuoi obiettivi per il futuro?

Per il futuro credo che l’associazionismo sia necessario per concentrare l’offerta e per ricercare nuovi mercati più remunerativi, al fine di ricompensare i fragolicoltori per le difficoltose e laboriose operazioni colturali.

La versione integrale dell’intervista è sul Blog di Flick on food.

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.