TrendsSnapchat introduce Discover, il contenuto ritorna nelle mani degli editori

Advertisement

#Snapchat si evolve ancora una volta da effimera messaging app a media

Gli utenti inviano piú di 700 milioni di snaps al giorno e visualizzano piú di 500 milioni di storie ogni giorno

Discover é la nuova funzionalitá aggiunta da Snapchat in questi giorni, si parlava giá del suo lancio da dicembre 2014, e finalmente adesso ci siamo. E’ sufficiente aggiornare l’app per visualizzare subito i nuovi contenuti. Da app effimera, focalizzata su contenuti fugaci prodotti dagli utenti e poi autodistrutti, l’azienda californiana adesso punta tutto sul contenuto e il suo valore editoriale. Come evidenzia la stessa azienda sul Blog:

“Snapchat Discover is a new way to explore Stories from different editorial teams. It’s the result of collaboration with world-class leaders in media to build a storytelling format that puts the narrative first. This is not social media. Social media companies tell us what to read based on what’s most recent or most popular. We see it differently. We count on editors and artists, not clicks and shares, to determine what’s important.”

Discover non é un social media, la parola agli editori

Come evidenziato dalle parole dell’azienda l’obiettivo é quello di puntare sulla qualitá del contenuto prodotto da artisti ed editori e non sul numero di share. Evidente é la presa di distanza dai social media come produttori di contenuti, spostando l’attenzione sul contenuto artistico e creativo. Discover valorizza il concetto di velocitá, grazie all’accesso diretto ai contenuti selezionati dagli editori, che l’utente puó decidere di visualizzare e approfondire. Confermando l’idea di effimero i contenuti si aggiornano costantemente, cambiano ogni 24h. La nuova sezione dell’app si concentra sull’importanza delle funzionalitá mobile come swipe e Tap, che evidenziano il desiderio di fruzione rapida di un consumatore in costante movimento:

Discover is fun and easy to use. Tap to open an edition, swipe left to browse Snaps, or swipe up on a Snap for more. Each channel brings you something unique – a wonderful daily surprise!

Tap to open per accedere ai contenuti, lo swipe verso sinistra per fruire degli snaps, uno swipe verso l’alto per mostrare il testo, tutte funzionalitá che esaltano il dispositivo mobile e la fruzione in movimento. Oltre a quelli offerti dal team di Snapchat, ci sono anche news, foto e video di CNN, Comedy Central, Cosmopolitan, Daily Mail, ESPN, Food Network, National Geographic, People, Vice, Yahoo! News e Warner Music.

Il visual content e il consumer

Il contenuto ritorna ad essere editoriale, rivedendo il ruolo dell’utente che da producer ritorna d essere consumer. Dalla selezione editoriale e dal coinvolgimento di un nuovo modello di consumatore il contenuto diventa sorprendente, immediato, ricco in immagini e video, ma soprattutto personalizzato. Un visual content ricco di immagini, audio, ideato e selezionato per una fruizione rapida e immediata. Ma la creazione di Discover conferma ancora una volta, dopo il lancio di Stories, il processo evolutivo di Snapchat, che continua verso l’affermazione di una messaging app come prodotto, stessa evoluzione che stanno seguendo altre messaging app come WhatsApp, QQ e Tango, che continuano ad aggiungere servizi media alle loro semplici funzioni di messagistica istantanea.

discover man

Snapchat: intrattenimento, storytelling e news

Snapchat continua a crescere sia in termini di popolaritá che di valore economico. Un investimento nel 2014 parla di un valore da $10 billion. Discover rappresenta uno step in avanti verso il giá consolidato business model dell’azienda, come mix di intrattenimento, timing storytelling e news, oltre che nel processo di monetizzazione degli utenti, dato che parliamo di 100 milioni di utenti attivi al mese. Infatti la piattaforma é ad supported, ed é anche l’unica fonte di guadagno dell’azienda californiana.

L’introduzione di Discover denota il processo di evoluzione che puó avere oggi una messaging app, che da prodotto effimero diventa piattaforma media. Il contenuto ritorna nelle mani dei leader dell’informazione come CNN, Daily Mail etc., ma adattato ad un consumatore moderno, sempre piú veloce e con sempre meno tempo a disposizione per la lettura e il coinvolgimento. L’obiettivo rimane quello di catturare la sua attenzione, ma al contrario di social come Facebook e Twitter che puntano sui contenuti condivisi dai tuoi amici e dalla tua community, Snapchat ti riporta a chi ha prodotto quel contenuto, al suo editore. Non dobbiamo dimenticare che il social content prodotto e aggregato su canali come Facebook, Twitter, Pinterest, ha contribuito a rivoluzionare il contenuto nella sua essenza, valorizzandone l’aspetto visual, ma oggi Snapchat fa un passo avanti, riportandolo nelle mani degli editori, offrendogli la grande opportunitá di ritornare ad essere leader nella content curation, occasione che puó essere colta solo se si riesce a tener conto del cambiamento comportamentale e definitivo dell’utente contemporaneo.

Michela Di Nuzzo

Michela Di Nuzzo

« Se scrivo ciò che sento è perché così facendo abbasso la febbre di sentire». - Fernando Pessoa Giornalista e co-founder, vivo il digital come imprenditrice e appassionata. Percepisco il cambiamento come un'opportunitá mai una minaccia. Occhi spalancati e orecchie aperte, sempre pronta alla condivisione, la chiave di ogni evoluzione.