DataPolaroid va oltre la tradizione con Socialmatic, la nuova instant camera

Advertisement

@Socialmatic la instant camera always connected, sharing e real time.

Il 19% dei makers che realizza prototipi viene contattato da Big Enterprises per lo sviluppo di un prodotto.

Abbiamo trattato spesso l’argomento “evoluzione della fotografia”, come Instagram abbia rivoluzionato sia l’approccio che il dispositivo. In particolare la battaglia tra smarthphone e reflex continua, stimolando lo sviluppo di nuovi dispositivi. Ma ci siamo incuriositi per qualcosa di diverso, un oggetto che unisce due sentimenti apparentemente distanti come la nostaglia della camera vintage e l’esigenza moderna di utilizzare una instant camera, sempre connessa e pronta allo sharing. La Socialmatic targata Polaroid presentata al CES di Las Vegas nel 2014, da gennaio 2015 è possibile acquistarla tramite Amazon al prezzo di 299,99 dollari. Ma quali sono le caratteristiche  e come nasce questa nuova istant camera?

Socialmatic, instant posting e sharing

La Socialmatic ha due fotocamere, una anteriore e una posteriore rispettivamente con sensori di 2 e 14 megapixel, quella da due utilizzata soprattutto per selfie,  “always connected” Bluetooth, Wi fi e Gps,  e un display da 4,5 pollici. Sicuramente l’aspetto più interessante a mio avviso è la stampa istantanea, ovvero 10 fogli Zink per sviluppare in tempo reale. Ma quali sono le opportunità per i consumatori? Scattare, stampare e condividere ogni immagine della propria vita in tempo reale. In un momento in cui il mercato digital si pone come obiettivo lo storytelling senza interruzioni, come per Periscope, Polaroid, azienda storica, che rappresenta soprattutto la tradizione, vira verso l’instant photo. Perchè? Grandi possibilità del mercato o semplicemente desiderio di rinnovarsi?

Zero Ink, la tecnologia senza inchiostro

Oltre a scattare foto in movimento, condividerle istantaneamente, la Socialmatic permette di stampare senza l’utilizzo di inchiostro. Ma prima le immagini possono essere editate e manipolate aggiungendo clip art ed icone. La social photography non può prescendere dagli elementi di sharing e personalizzazione, e in questo caso con la stampa il processo è completo. L’unica parte che era rimasta ad esclusiva dei fotografi puri, di chi continua ad utilizzare la Reflex e la qualità della stampa, adesso diventa una feature di un dispositvo social.

Polaroid camera, il primo social network?

La Sosicalmatic è l’espressione della nuova tendenza del mercato, ovvero la personal experience. Facile da usare, con mood assistant per condividere il tuo stato d’animo e inoltre un logo che riprende chiaramente Instagram, sarà un caso o ci sono progetti futuri?

Scott W. Hardy, CEO di Polaroid: “Polaroid was the original social network: allowing people to instantly capture, print and share life’s moments in a way that had never been possible before. This relationship with Socialmatic allows Polaroid to come full circle and once again allow people to capture and share images in ways that are only possible with a Polaroid camera in their hands”.

Di sicuro il lancio di Socialmatic indica una chiara rivoluzione del mercato, Polaroid non vuole essere più solo l’azienda tradizionale, considerando che il vecchio modello di business cominciava a cedere, al contrario vuole anticipare i modelli di visualizzazione e condivisione della realtà. In genere prodotti come Socialmatic testano il mercato e raccolgono fondi attraverso Kickstarter, possiamo parlare di alcuni esempi concreti come Original Pin, o la mini wearable di Canon ma per Socialmatic è stato diverso.  Introdotta come proposta da ADR Studios di firma italiana, ha raggiunto un accordo con Polaroid lo scorso febbraio e oggi è disponibile su Amazon. Il futuro del mercato della fotografia e non solo sembra aver totalmente eliminato i confini tra leader del mercato e piccole realtà imprenditoriali o semplicemente singoli che vogliono mettersi in gioco. Adesso la parola d’ordine è innovazione! Non ci si deve fermare, altrimenti si rimane indietro in un mercato che non conosce più Brand positioning, dove il crowdfunding diventa modello strategico e di ricerca. L’esigenza di cambiamento ha rivoluzionato tempi e modi di fare business, e il fatto che grandi player del mercato come Polaroid e Canon investano in idee e prodotti dei makers che provengono dalla Rete, ne è la chiara ed evidente testimonianza.

Michela Di Nuzzo

Michela Di Nuzzo

« Se scrivo ciò che sento è perché così facendo abbasso la febbre di sentire». - Fernando Pessoa Giornalista e co-founder, vivo il digital come imprenditrice e appassionata. Percepisco il cambiamento come un'opportunitá mai una minaccia. Occhi spalancati e orecchie aperte, sempre pronta alla condivisione, la chiave di ogni evoluzione.

2 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.