Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

TrendsIl Futuro è qui: parte Seeds&Chips 2016

dotmug dotmug2 anni ago8 min

Advertisement

“La Food Innovation è la risposta alle sfide ambientali che ci pone la produzione di cibo”. Con queste parole Marco Gualtieri, ha aperto ufficialmente la seconda edizione di Seeds&Chips, l’attesa fiera internazionale dedicata all’innovazione della filiera agroalimentare.

Sul palco del MiCo Milano Congressi per inaugurare la 4 giorni di incontri e discussioni su cibo e tecnologia, insieme al padrone di casa, anche alcuni protagonisti del panorama scientifico ed economico internazionale.

Un bilancio su Expo 2015

A un anno esatto dall’inizio di Expo 2015, la discussione non ha potuto che aprirsi se non facendo un bilancio sul post manifestazione. Un’Esposizione universale dei record che per Daouglas Hickey, Commissario Generale del padiglione Usa, è stato quello di maggior successo al mondo perché “ha aiutato tante nazioni ad abbattere muri culturali e nazionali” e “farle aprire gli occhi su un problema, quello del cibo, che deve essere affrontato”. In termini economici la fiera ha avuto sicuramente una grande ricaduta, ha spiegato Claudia Sorlini, Presidente del Comitato Scientifico per Expo, facendo registrare un incremento sostanziale degli investimenti stranieri e portando soprattutto la città di Milano all’ottavo posto nella classifica europea per attrattiva.

Un confronto che ha messo tutti d’accordo su una realtà e cioè, sul fatto che Expo 2015 è stato solo il punto di partenza di un percorso che si pone come obiettivo quello di realizzare una rete che faccia sistema, in cui l’innovazione sia un elemento centrale nello sviluppo ma anche un’alleata a difesa della tradizione.

La Food Innovation è la nuova Internet

Consapevolezza, tecnologia e giovani innovatori. Questa la ricetta per la Food Innovation che secondo Marco Gualtieri, farà da protagonista nella sfida ambientale del futuro. Un futuro non tanto lontano visto che “gli investimenti nel settore food tech solo nel 2015 sono arrivati a toccare i 6 miliardi”. Segno che qualcosa sta cambiando, anche se “siamo solo all’inizio” di una rivoluzione globale in cui “il cibo rappresenta il nuovo petrolio, l’innovazione il nuovo internet”, entrambi intesi come elementi centrali nei grandi cambiamenti del food system.

conferenza

In questo scenario i giovani innovatori e le loro startup rappresentano un fattore determinante, perché possono accelerare una logica di Food Innovation. Sul palco a rappresentare questa nuova generazione di innovatori, Saileog Droney, prodigio di 16 anni, ideatrice di Scanitive, un’applicazione innovativa che permette ai consumatori di vedere quanti cucchiaini di zucchero è presente nel cibo e nelle bevande acquistati.

La prima giornata di Seeds&Chips continua con tanti eventi interessanti, tra i quali “The internet of Food. Food is the new Internet” e “Lotta agli sprechi. Dal campo alla tavola”. Noi di Dotfarm, presenti alla fiera con uno stand per presentare la nostra app “Flick on food”, la prima wiki food al mondo, continueremo a girare per tenervi informati su tutte le novità più interessanti!

flick on food

Continuate a seguirci su Dotmug e sui nostri canali ufficiali: Facebook, Twitter @DotfarmIT, Pinterest, Google+ e LinkedIn, per tutti gli aggiornamenti da Seeds&Chips in tempo reale!

dotmug

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

2 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.