Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

TrendsSocial Business Forum, the Platfirm age è già qui

Ilaria Trapuzzano Ilaria Trapuzzano2 anni ago8 min

Advertisement

Il 6 e il 7 luglio Milano diventa la capitale del business internazionale con la nona edizione del Social Business Forum, la due giorni dedicata ai cambiamenti e i trend nel settore digital e nei mercati mondiali.

Più di 50 speakers italiani e internazionali si alterneranno sul palco del Marriot Hotel, con pitch, storie di successo e gruppi di discussione, seguendo un filo conduttore comune, ovvero la trasformazione e il futuro delle aziende come Piattaforme Digitali, erogatrici di servizi.

Le aziende verso The Platfirm Age

Non a caso il claim di quest’edizione pensato da OpenKnowledge, società internazionale di management consulting, è proprio “The Platfirm Age” Plug your Business – Play Your Future.

Ma cosa vuol dire?

Con un semplice neologismo composto da Plat (Platform) e Firm (Azienda), gli organizzatori hanno voluto mettere in evidenza come il processo di fusione tra queste due entità, stia portando alla nascita per le imprese, ma anche per consumatori e stakeholder, di nuovi modelli di mercato e l’inizio di una nuova fase che provocatoriamente indicano come “storica”, The Platfirm Age, appunto.

Foto dal profilo Facebook di @SocialBusinessForum
Foto dal profilo Facebook di @SocialBusinessForum

Di fatto con l’avvento del digitale, aziende di ogni settore economico, sono state costrette ad interrogarsi sul proprio modello di business e sulla necessità anche di ripensare i propri prodotti e servizi, per erogarli in maniera efficiente al consumatore finale. Un vera sfida, ma anche un’opportunità: le piattaforme rappresentano infatti, vere e proprie micro economie, in grado di creare valore economico attraverso la creazione di cosiddetti ecosistemi, capaci di connettere, far interagire e co-creare valore tra consumatori e imprese, tra aziende e stakeholder.

Pensiamo solo a casi affermati come Airbnb o Amazon, le cui stesse piattaforme rappresentano dei prodotti, che danno vita a loro volta a dei mercati tra consumatori e venditori. In alcuni casi, la piattaforma decide di erogare ulteriori servizi apparentemente invisibili all’utente tradizionale, come il Web Services di Amazon, che offre una collezione di servizi di cloud computing.

La piattaforma quindi, non è solo quello che appare, si evolve e crea nuovi mercati, lontani dai piani originali. In questo senso l’evoluzione delle aziende in ecosistemi che si auto alimentano, rappresenta per le imprese un nuovo modello di business di successo da perseguire.

Concetto che verrà affrontato nei due giorni del Social Business forum.

Dal Marketing Tecnologies al Collaborative Behavior Design

Dieci i temi su cui si svilupperà il Social Business Forum: dall’Agile Marketing Technologie all’On-Demand Networked Markets, dal Collaborative Behavior Design al Crowd Innovation Management.

In particolare, per la prima giornata segnaliamo gli incontri IBM – COLLABORATION IN THE COGNITIVE ERA” con Katrina Troughton General Manager, Social & Smarter Workforce Solutions in IBM e  “VODAFONE FOR A PHYGITAL WORLD”, tenuto da Barbara Cominelli, Director, Commercial Operations & Digital in Vodafone Italia. Il focus sarà sul modello di Business  Platform-oriented, come nuova strada di successo nel mondo fisico/digitale.

Il programma integrale delle due giornate è disponibile a questo indirizzo http://www.socialbusinessforum.com/agenda/

Ilaria Trapuzzano

Ilaria Trapuzzano

“Il vero viaggio non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi” – M. Proust. Nata e cresciuta nel giornalismo televisivo, convertita al digitale per scelta inseguendo la voglia di sperimentare diverse forme di narrazione. Racconto la realtà attraverso una nuova prospettiva professionale e di vita, cercando ispirazione nelle cose universalmente belle: viaggi, cibo e buon vino.

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.