Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

EconomiaTrendsAmazon The Hub: l’armadio smart manda in pensione il portinaio

dotmug dotmug1 anno ago11 min

Advertisement

Comprare online è bellissimo, e ne siamo tutti un po’ dipendenti, ma non si sa mai dove farsi spedire la merce tra casa, ufficio e parenti. Anche se ti organizzi, infatti, il corriere arriva sempre quando sei fuori casa, vero? Amazon ha pensato anche a questo creando un nuovo armadietto intelligente per ricevere le consegne all’interno dei condomini: è Amazon The Hub. In questo modo, anche quando il cliente è assente, i corrieri possono effettuare il servizio in tutta sicurezza e velocità, con buona pace del portinaio curioso a cui non resta che immaginare cosa contenga quel pacco.

Consegne più veloci ed economiche grazie agli Smart Locker

Non è la prima volta che si sente parlare di armadi hi-tech dove è possibile ritirare la merce comprata online. Infatti, anche in Italia, è attivo il servizio Amazon Locker, sempre ideato dal colosso americano dell’e-commerce. Il servizio consiste in una consegna effettuata da un corriere presso un armadietto posizionato in un luogo pubblico, spesso in corrispondenza di stazioni o supermercati. L’acquirente potrà poi recarsi a ritirare la merce nei tre giorni successivi inserendo la password che avrà ricevuto via email. Nessun incontro e assoluta privacy.

Gli Smart Locker sono sempre più apprezzati perché creano un vantaggio ad entrambe le parti coinvolte: il corriere non ha bisogno di tornare una seconda volta qualora non trovasse il cliente, e l’acquirente può organizzarsi per passare a ritirare il suo pacco quando più gli è comodo, senza spostare appuntamenti o correre negli uffici postali prima dell’ora di chiusura.

Anche in Italia, dove gli acquisti online sono in crescita e smuovono da soli un mercato di quasi 32 miliardi di euro, queste soluzioni innovative stanno cominciando a prendere piede. Nel coworking Copernico a Milano è stato installato WIB PickUP, uno smart locker in collaborazione con Mail Boxes Etc. destinato a chi lavora all’interno, e troviamo una struttura simile anche presso la sede di Maire Tecnimont.

Copernico - Coworking - Smart Locker - Delivery Dotmug

Amazon The Hub è h24, 7 giorni su 7 e usabile anche da altri corrieri

Avere un deposito momentaneo delle merci in città non era sufficiente, così Amazon ha deciso di portare il servizio ancora più vicino ai suoi clienti: uno smart locker all’interno dei condomini sotto casa. Con Amazon The Hub, ogni residente ha uno spazio privato personale per le consegne di ogni ordine effettuato online.

In questo modo i vantaggi sono molteplici, a partire da una maggiore privacy rispetto all’affidamento del pacco alla portineria. Il corriere ripone il prodotto nello sportello destinato e se ne va, il proprietario arriva e ritira il contenuto dopo aver inserito il codice del box. Anche tracciare la merce è più semplice perché l’ora di consegna è una sola e precisa, senza passaggi di mano. Semplicissimo, veloce e sicuro.

Al momento il servizio è disponibile solo negli USA, dove si sta testando in accordo con i proprietari di alcuni complessi residenziali. Offre ai residenti un servizio più sicuro e più economico togliendo la persona all’ingresso destinata alla gestione dei pacchi. E guadagnando anche negli orari di ritiro: 7 giorni su 7, h24.

La vera novità però è che Amazon The Hub non è una prerogativa dell’e-commerce americano ma può essere usato anche da altri delivery. E non solo dai siti web che si appoggiano ad Amazon per le consegne, ma anche dagli altri corrieri che possono lasciare le merci nello stesso box. L’armadietto base che offre, chiamato Hub Starter, è largo poco meno di due metri e ha 42 scomparti, espandibile con l’aggiunta di altri 23 box.

Una soluzione innovativa anche oltre il delivery

Non solo un valido supporto al delivery ma uno spazio che potrebbe avere molte più funzioni di quelle per cui è nato. I box di Amazon The Hub, infatti, grazie al collegamento online interno possono notificare o inviare un SMS al proprietario dell’armadietto e fargli sapere che il pacco è stato depositato. Viceversa anche i venditori possono sapere quando è stato consegnato, e così è ideale anche per resi o cambi.

Potrebbe rivelarsi uno strumento utile anche nei dormitori di studenti per scambiarsi materiali di studio o negli edifici aziendali come cassette di sicurezza. Oppure negli spazi di coworking per ricevere merce da condividere tra startupper e come deposito di oggetti fra amici o parenti che hanno orari diversi.

E il turismo? Lì sì che potrebbe essere una svolta. Pensate a un appartamento in affitto, a un albergo diffuso o un bnb dove il check-in necessita ancora di orari precisi e una persona che gestisca il ritiro dei documenti e la consegna delle chiavi. Ora, con l’inserimento di un codice sicuro, questo scambio può avvenire tramite il box di Amazon The Hub.

Aspettiamo di vederlo arrivare in Italia per capire se sarà davvero la svolta delle consegne a domicilio mandando in pensione molti portinai di condominio.

dotmug

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

3 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.