Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

EventiStartupTrendsCES 2018 a Las Vegas: ecco le startup più interessanti

dotmug dotmug7 mesi ago6 min

Advertisement

«Ho sentito molti casi di figli che muoiono perché dimenticati nel sedile posteriore dai genitori – racconta Carol –. Mi sono detta allora: ci deve essere un modo per salvarli». 

L’ultima edizione di CES 2018, la più grande fiera americana dedicata alla tecnologia di consumo, si è appena conclusa. A fronte di tutte le proposte presentate, abbiamo avuto la conferma che cinque trend-tech domineranno il nuovo anno. Al primo posto, conferma la sua posizione la Smart Home – l’intelligenza artificiale che entra nelle nostre case – seguita, poi, dall’automatizzazione della guida con cruscotti intelligenti, sistemi di infotainment, radar e sensori per le smart city. Al terzo posto, troviamo, invece, le prove tecniche dell’8k per il miglioramento della tv, seguite da realtà aumentata e fotografia. Sono due, però, le startup che più ci hanno colpito.

Startupper a 83 anni: lancia il dispositivo “SaveOurLovedOnes”

“Salva coloro che ami” è il nome del dispositivo presentato da Carol, startupper a soli 83 anni, che la dice già lunga sul perché sia stato coniato.

L’aspirante imprenditrice ha creato questo prodotto in memoria di tutti i bambini morti perché dimenticati in auto, in modo che non accada più un evento simile in tutto il mondo. Si tratta di un dispositivo che, grazie a dei sensori di movimento, monitora gli spostamenti d’aria nell’abitacolo e avverte la presenza di qualcuno attraverso il suo respiro. Basta l’espansione pettorale di un millimetro a dare l’allarme acustico. Ma Carol ha già un altro obiettivo: connettere il dispositivo allo smartphone del proprietario della vettura, così da avvisarlo via notifica.

SaveOurLovedOnes diventa, così, anche uno slogan di promozione per un uso consapevole della tecnologia in grado di salvare la nostra vita e quella dei nostri cari.

ReliefBand 2.0, il bracciale che attenua la nausea

Un altro prodotto interessante presentato nel corso della fiera è stato il ReliefBand 2.0, un sistema molto innovativo per la riduzione della nausea che si manifesta, ad esempio, quando si viaggia, oppure quando si fa uso della realtà virtuale, della chemioterapia o delle cure post-operatorie.

La più recente versione del dispositivo fa uso di un elegante design Fitbit e di contatti in acciaio chirurgico 316L ipoallergenico, che lo rendono più in linea con i moderni tracker fitness rispetto alla maggior parte dei dispositivi terapeutici. Il funzionamento del braccialetto consiste nell’inviare, a partire dal polso, degli impulsi elettromagnetici al cervello. Questo, a sua volta, trasmetterà allo stomaco le istruzioni necessarie perché la sensazione di nausea si attenui.

dotmug

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.