TrendsVR & ARGoogle Tour Creator: la realtà virtuale accessibile a tutti

dotmug dotmug2 mesi ago7 min

Advertisement

Sul fatto che realtà virtuale e aumentata rappresentino ormia un trend in crescita non c’è alcun dubbio. Ma resta il problema dei costi e della sua accessibilità. Proprio con l’intento di rendere la VR più accessibile, Google ha lanciato il suo nuovo tool: Tour Creator. Un tentativo che l’azienda aveva già fatto con Cardboard, il visore di cartone che, pur non in grado di competere con la tecnologia di visori come Facebook Oculus o HTC Vive, mostra le potenzialità della VR a chiunque sia disposto a spendere 15$.

Google Tour Creator: come creare un tour virtuale

Google tour creator

L’annuncio del tool Tour Creator è arrivato a sorpresa nel corso della conferenza Google I/O, dedicata al settore educativo. Si tratta di una web-app, dedicata agli studenti, che permette loro di creare tour VR senza disporre di specifiche conoscenze tecniche. La nuova app, che funziona utilizzando il database di Street View oppure le foto a 360-gradi scattate dagli stessi utenti, è progettata per poter supportare Google Cardboard  e un’altra VR app dell’azienda — Expeditions. Tour Creator appare come la naturale evoluzione di Expeditions, che invece offriva agli utenti una passiva fruizione di contenuti VR, accompagnandoli alla scoperta di luoghi lontani, che magari non avrebbero mai avuto occasione di visitare, come Machu Picchu o l’Antartide. Per cimentarsi nella creazione, bisogna innanzitutto dare un nome al proprio tour e aggiungere un’immagine di copertina. Poi l’utente dovrà scegliere un luogo o un punto di interesse su Google Maps o, in alternativa, il tool fornisce la possibilità di caricare un’immagine a 360 gradi, aggiungendola agli scenari del proprio tour. Tour Creator consente anche di aggiungere un pulsante, che con un semplice click fornisce maggiori informazioni sul luogo rappresentato nelle foto.

Le creazioni possono essere poi esportate su Poly, la libreria di Google per i contenuti 3D. A quel punto, inviando il link a un dispositivo con visore Google Cardboard, è possibile osservare il contenuto in VR. Naturalmente si può consultare anche in 2D da un normale browser Web.

Google e Virtual Reality: quale possibile futuro

A partire dal lancio di Expeditions, avvenuto nel 2015, secondo i dati Google, più di tre milioni di studenti hanno virtualmente visitato luoghi sparsi in ogni angolo del mondo. Poi lo scorso anno Expeditions è stato ulteriormente sviluppato attraverso un selfie stick che abilita le esperienze in Realtà Aumentata. La AR di Google funziona con qualsiasi fotocamera, ma la tecnologia Talco dell’azienda, con il suo sensore di profondità 3D, rende l’esperienza virtuale estremamente realistica. È molto simile agli Hololens di Microsoft, migliore invece della tecnologia View Mixed Reality che utilizza semplici fotocamere RGB su computer e tablet Windows.

“È stato un successo, oltre ogni nostra aspettativa” ha fatto sapere Clay Bavor, VP della sezione Realtà Virtuale e Aumentata di Google, a capo del progetto Daydream. Tuttavia, a differenza di Expeditions, Google Tour Creator presenta un grande potenziale anche al di fuori del settore educativo — al servizio delle imprese, per esempio. “Non sarà solo uno slideshow”, ha spiegato Bavor, “Il tour, come parte della AR experience, potrebbe essere integrato con una narrazione, oggetti interattivi, e zoom-in delle foto“. In un’ottica di utilizzo business, Google ha anche rivelato di collaborare con alcune agenzie immobiliari che stanno utilizzando Tour Creator per realizzare visite guidate virtuali all’interno degli immobili. Invece la compagnia aere KLM ha costruito una serie di tour per il training dei dipendenti all’interno di velivoli differenti.

dotmug

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.