Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

StartupNel bel mezzo del futuro nasce la Fondazione Feltrinelli

Advertisement

Ieri 13 dicembre è stata inaugurata la sede della Fondazione Feltrinelli, in via Pasubio, esattamente nel quartiere di Porta Volta. Una zona, dove si continua ad investire. Un quartiere in cui si respira contemporaneità, innovazione e da ieri anche cultura. La nuova struttura che ospita la Fondazione, in uno spazio suggestivo, classico e contemporaneo allo stesso tempo, con una libreria, una caffetteria e all’ultimo piano la Sala Lettura, una stanza dove oltre ad immergersi in un modo di libri e spettacoli, si può ammirare la città di Milano in tutto il suo sviluppo. Una struttura progettata dal duo svizzero di architetti Herzog & de Meuron. E se pensiamo agli altri edifici a cui hanno dato la loro firma come La Tate Modern a Londra, riusciamo anche a cogliere l’essenzialità oltre che la modernità del nuovo palazzo della Fondazione. Attraversando i corridoi, che collegano i diversi spazi, non si può non pensare a Londra, sentendosi comunque assolutamente fieri di essere a Milano, nella nuova capitale dell’innovazione.

La nuova Fondazione Feltrinelli: lo spazio della cultura

Fondazione Feltrinelli

Anche il Presidente della Repubblica ieri ha avuto parole di elogio per la nuova struttura Feltrinelli: “Un palazzo della cultura, della ricerca, dell’Innovazione, realizzato con capitali esclusivamente privati, ma con intenti di autentico servizio pubblico, che pone una volta di più Milano all’avanguardia»”. Uno spazio ricco di suggestioni… che ospiterà un patrimonio archivistico composto da 12 chilometri lineari di archivi, 270mila volumi e 16mila periodici. Al primo piano un’installazione site specific Nineteen locations of meaning dell’artista Joseph Kosuth, suggestiva e coinvolgente. Non puoi fare a meno di rimanere a fissarla e fotografarla, cercando di cogliere le espressioni dei visitatori. E poi letture, monologhi, spettacoli, che iniziano improvvisamente durante la visita e coinvolgono le persone in uno scambio diretto di emozioni. Cinque giorni di eventi aperti a tutti, dove si attraversano e si contaminano arte, poesia, recitazione con lo sfondo di una metropoli ormai sempre più aperta al dialogo.

Fondazione Feltrinelli

Un luogo dove incontrare il passato, con lo sguardo rivolto al futuro. L’aspetto umanistico non esclude quello tecnologico, anzi al contrario è proprio nella loro fusione che nasce la prospettiva di un cambiamento. E l’arrivo nel prossimo anno del quartier generale di Microsoft Italia con un Technology Center che ospiterà laboratori di ricerca, startup e spazi aperti al pubblico, non fa che confermare quest’obiettivo.

Michela Di Nuzzo

Michela Di Nuzzo

« Se scrivo ciò che sento è perché così facendo abbasso la febbre di sentire». - Fernando Pessoa Giornalista e co-founder, vivo il digital come imprenditrice e appassionata. Percepisco il cambiamento come un'opportunitá mai una minaccia. Occhi spalancati e orecchie aperte, sempre pronta alla condivisione, la chiave di ogni evoluzione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.