Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

TrendsVR & ARRealtà Aumentata e Instagram: i trend da seguire nel 2018

Advertisement

Dicembre. Tempo di bilanci e di previsioni. Quali saranno le novità più importanti del nuovo anno? La Realtà Aumentata sarà di sicuro una protagonista: da dominio dell’IT e del mondo del gaming, l’AR diventerà ben presto uno strumento mainstream, indispensabile per i marketers che vogliono restare al passo coi tempi.

E-Commerce e Realtà Aumentata: le previsioni 

Più i social media si integrano con la Realtà Aumentata, più i Brand saranno in grado di interagire con i clienti. Il retail online, infatti, sta inseguendo la possibilità di creare una customer experience su misura del cliente e in grado di soddisfare ogni tipo di richiesta. Nella classifica dei trend per il 2018, stilata da Forbes, al secondo posto figura l’incremento dell’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale: infatti se il 2017 ha testato la potenza dei chatbot, nel prossimo futuro la loro intelligenza aumentata li renderà strumenti indispensabili per il consumatore. “Nel 2018 vedremo sempre più aziende investire in servizi chatbot per automatizzare almeno parte della customer care; un’indagine di Business Insider ha rivelato che l’80% dei business vuole implementare l’automatismo dei chatbot entro il 2020”, ha affermato James Gurd, proprietario di DigitalJuggler.

Perché Zuckerberg investe in Oculus 

Mark Zuckerberg ha una passione per la Realtà Aumentata e l’Intelligenza Artificiale. Dopo il debutto di Apple e Google, anche Facebook ha investito in questo settore, con l’acquisizione di Oculus nel 2014. Michael Abrash, il capo ricercatore della compagnia, è convinto delle superiori possibilità della AR rispetto alla Virtual Reality: “Non importa quanto la VR migliori, poche persone saranno a proprio agio nel socializzare con qualcuno senza poterlo guardare negli occhi, e l’accettazione sociale è il requisito imprescindibile per qualsiasi cosa indossiamo in pubblico”, ha spiegato in una conferenza di Facebook F8. Secondo Abrash, una volta realizzati, i visori AR saranno la grande trasformazione tecnologica dei prossimi cinquant’anni. Oculus ha progettato due headset VR, Go e Project Santa Cruz, il primo sarà messo in vendita proprio nel 2018. Il CEO di Facebook, che quest’anno ha reso noto Spaces — un ritrovo virtuale che permette di interagire anche con persone geograficamente agli antipodi —, spera di poter migliorare questa piattaforma di Realtà Aumentata, in modo da creare la tecnologia necessaria “per i visori che tutti vogliamo”.

Realtà Aumentata: la rivoluzione parte dal mobile

Le innovazioni sono cominciate dagli apparecchi mobile: sia Apple che Google hanno enfatizzato la tecnologia AR negli ultimi modelli lanciati sul mercato, addirittura mettendo in mostra esperienze di shopping e gaming durante le conferenze stampa di presentazione. E proprio lo smartphone sarà lo strumento che permetterà l’utilizzo di massa della Realtà Aumentata. Oggi i cellulari sono dei veri e propri mini computer, dotati di processori potenti sui quali lavorano le piattaforme AR di Apple e Google, rispettivamente ARKit e ARCore, particolari software che sfruttano gli hardware degli smartphone e che formeranno le basi delle applicazioni che funzioneranno con tecnologia AI.

Instagram, quali sono le novità per il 2018

Rimanendo in casa Zuckerberg, si vocifera che il prossimo anno Instagram potrebbe mettere a punto una nuova tecnologia di Intelligenza Artificiale per il riconoscimento delle immagini. Una nuova feature fondamentale, considerando che il social network si basa sulla condivisione di contenuti esclusivamente visuali. In tal senso, è stato appena migliorato il campo delle ricerche: ora è possibile seguire hashtag specifici, quelli che più interessano all’utente. Per gli influencer, invece, fondamentale è stata la possibilità di taggare i prodotti che pubblicizzano — è il cosiddetto “Shopping Tag”. Altre indiscrezioni riguardano l’introduzione di un nuovo formato per le foto, il 360°, già presente su Facebook.

Nadeesha Dilshani Uyangoda

Nadeesha Dilshani Uyangoda

Editor freelance, blogger, attivista, studentessa. Lettrice ossessiva e scrittrice compulsiva. Italiana per cultura, srilankese per eredità — sempre a metà tra due mondi. Millennial che preferisce la carta, ma si adegua al digitale per paura dell’estinzione.