Stai cercando un partner digital? Richiedi una consulenza gratuita Qui >>>

EventiStartupSeeds and Chips 2018: come creare un futuro sostenibile

dotmug dotmug9 mesi ago7 min

Advertisement

“Il Summit unisce da sempre cibo, sostenibilità e innovazione per affrontare il grande tema del food e delle nuove soluzioni che lo sviluppo tecnologico può offrire, non solo per i Paesi economicamente più evoluti, ma soprattutto per le popolazioni che vivono una condizione di povertà e scarsità di risorse”. Marco Gualtieri

Quando parliamo di cibo, diventa ormai immediato il legame con sostenibilità, innovazione e tecnologia. E Marco Gualtieri, ideatore e Presidente di Seeds and Chips enfatizza il concetto di evoluzione e innovazione puntando sulla “necessità di  investire in nuovi modelli di impresa e nuove tecnologie in una chiave di sviluppo economico consapevole”.

Dotmug è Media Partner di Seeds and Chips 2018, l’evento milanese che dal 7 al 10 maggio darà visibilità alla food innovation. L’edizione 2018 vorrebbe raggiungere, e superare, i traguardi dello scorso anno. Nel 2017 la manifestazione aveva avuto un grande successo, con trecento speaker, più di quindici mila visitatori e un numero altissimo di interazioni social.

Seeds&Chips: come innovazione e tecnologia creano sostenibilità

Se l’ospite più atteso della scorsa edizione è stato Barack Obama, anche questo maggio si attende un big della politica americana — l’ex segretario di Stato John Kerry. Tra altre presenze importanti, quella di Howard Schultz, executive chairman di Starbucks.

In una prospettiva di learning and sharing, sul palco sfileranno grandi personaggi provenienti dal mondo dell’imprenditoria, delle ONG e dalla politica, per discutere di sicurezza alimentare, food delivery, health and nutrition, e-commerce, nuovi cibi e superfood.

Quest’anno il macro-tema è l’acqua, oltre al più generico obiettivo di innovazione della filiera agroalimentare. Il focus WaterFirst! ha come fine ultimo quello di individuare le migliori soluzioni per il problema dell’acqua potabile e delle risorse idriche. ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), advisor scientifico di Seeds&Chips, presenterà nel corso della manifestazione i propri progetti per la gestione delle risorse idriche nei Paesi in via di sviluppo, grazie a tecnologie dedicate al recupero e alla valorizzazione dell’acqua nei processi industriali.

Moringa, più di un Superfood

moringa flick on food

Dopo la quinoa e le bacche di goji, l’ultima novità in ambito superfood si chiama moringa. Non molti lo conoscono, banale definirlo un frutto, addirittura si parla di albero dei miracoli: potrebbe infatti avere tutte le caratteristiche per alleviare la fame nelle regioni più povere del pianeta. Secondo il fondatore di Seeds and Chips, la moringa potrebbe addirittura essere un’ancora di salvezza per un futuro sostenibile. Originario del nord India, altre varietà di questo prodotto sono presenti anche in Kenya, Ethiopia, Somalia, Namibia, Angola e Madagascar — zone caldissime, l’albero si adatta ai climi aridi e può sopravvivere per diversi mesi di siccità. Si tratta di un frutto antichissimo, diffuso nel VI secolo a.C. come ingrediente della medicina Ayurvedica, e le cui proprietà erano già note in antichità. Con più calcio di una banana, più proteine delle sardine, più beta carotene delle carote, oltre a magnesio e ferro, la moringa è in grado di mantenere il corpo umano idratato e funzionale persino in condizioni critiche. Di questa pianta non si butta nulla: fiori, foglie, semi, radici, bucce non solo sono edibili, ma anche molto nutrienti. I semi, inoltre, hanno la capacità di purificare l’acqua.

In Occidente è stata scoperta solo qualche anno fa, ed è subito diventato l’ingrediente di tendenza delle diete iper salutari. Secondo alcune stime, il mercato della moringa sarebbe destinato ad aumentare quasi del 10% nel periodo 2018-2022 e potrebbe quindi riempire gli scaffali dei supermercati e le nostre cucine molto presto.

 

dotmug

dotmug

"C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia". Oscar Wilde. Dalla redazione di Dotmug non ci annoiamo di certo. Sempre alla ricerca di notizie, condiviamo, twittiamo, instagrammiamo in costante connessione con il mondo digital.

3 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.